Lo sapevi che

Molte sono le curiosità che circondano la Toscana e dintorni, noi ve ne sveliamo alcune.

 

 

 

La Toscana è il luogo di nascita della lingua italiana.

 

Cuore e anima del Rinascimento, la Toscana era un importantissimo centro culturale che ha influenzato lo sviluppo sia artistico e commerciale di tutta l’Europa. Laddove la lingua italiana ha un’ovvia, stretta relazione con il latino, l’italiano moderno è figlio diretto del dialetto toscano, formatosi appunto durante gli anni del Rinascimento. 

 

 

La Toscana è stata la prima regione ad utilizzare i pavimenti.

 

Nel 1339, la città di Firenze fu la prima città europea a pavimentare le proprie strade, dando il via ad una «moda» che, attraverso i finanziamenti dei banchieri fiorentini, ha influenzato tutti il resto d’Europa.

 

 

La Torre di Pisa non è l’unica torre pendente.

 

Che ci crediate o meno, esistono altre torri in Toscana con una pendenza più o meno accentuata tra cui la chiesa di San Nicola ed il campanile della chiesa di san Michele degli Scalzi. Infatti, pare che la parola «Pisa » derivi dalla parola greca che indica una palude e gli architetti italiani avrebbero dovuto considerare bene questo aspetto prima di costruire le loro torri.

 

 

Pinocchio è di origine toscana.

 

Sebbene molti associno il Burattino più famoso al mondo al film Disney del 1940, la storia originale fu scritta da Carlo Lorenzini, scrittore fiorentino, nel 1826. Conosciuto come Collodi, in realtà è il suo pseudonimo che deve al paese in provincia di Pistoia in cui trascorse la sua infanzia e che oggi ospita il meraviglioso Parco di Pinocchio.

 

 

La Toscana è la risposta europea ad Hollywood.

 

La pura bellezza e la magnificenza della campagna toscana si è prestata come set cinematografico per un gran numero di film, tra cui Twilight, New Moon e Il Gladiatore. 

 

 

La Toscana possiede diverse località sciistiche.

 

Sebbene si associ comunemente la Toscana ad un clima caldo e una ricca vegetazione, durante l’inverno i pendii di Monte Amiata e Abetone diventano un rifugio per sciatori, snowboarder ed escursionisti che ben profittano. 

 

 

La Toscana è la regione del nostro paese che gode del maggior prestigio enologico sia sul mercato domestico, sia su quello internazionale.

 

Quasi tutta la fama dei vini toscani riposa su un unico vitigno: il Sangiovese, che dà vita alla stragrande maggioranza delle denominazioni regionali. 

 

 

Il Cipresso, pianta molto presente in Toscana.

 

Viene considerato simbolo di spiritualità, pare sia stato introdotto dagli antichi Etruschi e risulta avere origini nell’antica Anatolia. 

 

 

Quando si parla di astronomia in Toscana, la mente vola verso grandissimi personaggi quali Galileo, Vespucci, Verrazzano ed in tempi moderni con Margherita Hack.

 

Un amore viscerale per questa scienza che, sebbene sia una disciplina di lontana origine, ha in Toscana radici profonde e proprio qui ha avuto la sua evoluzione nei metodi di misurazione e di valutazione scientifica. 

 

 

Il Ponte della Maddalena, noto più comunemente come Ponte del Diavolo.

La leggenda narra che un capomastro incaricato di costruire il ponte, si rese conto che non sarebbe riuscito a terminarlo nei tempi previsti. Disperato si sedette sulla riva del fiume e gli apparse il diavolo, quale gli propose di terminare al suo posto il ponte in cambio dell’anima della prima persona che avesse attraversato il ponte prima del calar del sole. Il capomastro, preso dai sensi di colpa, fece attraversare il ponte da un maiale e il diavolo, non essendosi accorto dell’inganno, lo prese e non si fece più vedere. 

 

 

Per circa 400 anni, a Firenze era presente un serraglio con circa trenta leoni, proprio nel centro città.

 

E uno di questi lo puoi trovare anche sulla sommità della Torre di Arnolfo, quella di Palazzo della Signoria. Dall’Arno si vede benissimo e pare che, quando il leone guarda nella direzione dell’Arno, sia prevista pioggia su Firenze!  

 

 

In Toscana, più precisamente nella città di Pistoia, è possibile visitare un museo situato completamente sotto terra.

 

Il museo, partendo dall’anfiteatro anatomico più piccolo al mondo, ti fa ripercorrere i luoghi che un tempo erano attraversati dal torrente Brava e sopra i quali fu costruito un ospedale, un vecchio mulino e molti altri monumenti antichi. 

 

 

Anche i Medici volevano aria fresca nelle loro stanze di Palazzo Pitti.

 

Con una serie di dislivelli, gli ingegneri di corte incanalarono le brezze provenienti dai vicini giardini di Boboli fino a una camera nel seminterrato del palazzo. Da qui l’aria fresca passando per grate, canaletti, vasche di raffreddamento piene di ghiaccio, giungeva nelle stanze principesche, abbassandone la temperatura anche di 10°C. 

 

 

 

Girasoli, famosi in tutto il territorio.

 

Il mito secondo il quale i Girasoli, famosi in tutto il territorio Toscano, rincorrono il corso del sole non è vero in quanto essi sono orientati a sud-est.

 

 

Dietro piazza del Duomo a Firenze.

 

Una lastra di marmo contrassegna il punto in cui il 27 gennaio 1601 un fulmine prese in pieno la Palla posta in cima alla cupola del Duomo, e finì a terra proprio dietro la cattedrale.

 



Vuoi promuovere la tua attività?

Unisciti a VisitToscane per aumentare la tua visibilià e attrarre nuovi clienti

SCOPRI I SERVIZI E I VANTAGGI

I NOSTRI PARTNER